.
Annunci online

parole e pensieri
13 settembre 2008
Gelmini inoperosa, ma aveva bisogno di lavorare

 

Gratta gratta la verità viene fuori. Il 28 agosto segnalavo (click), dopo un'opportuna ricerca, una notizia che mi sembrava ghiotta (click); una notizia "della rete", quasi di serie B. Come dire: se non sei sui giornali (nazionali), se non sei in tv allora è proprio vero, non ci sei.

Poi è arrivato Il Corriere della Sera (
click). E una notizia è diventata la notizia. Dal 28 agosto arriviamo dritti dritti al 4 settembre. Arduo capire il ritardo dei media "ufficiali", arduo distinguere se una notizia viene ripresa con fini politici o ritardata quel tanto che serve per accertare i fatti, per dare una notizia vera. Per la rete, per me che ci navigo era una notizia vera, dotata di sufficiente autorevolezza da potere dire "sì, ci credo, le cose per come sono dette, riportate e per come le espone chi scrive sono vere". Ovvio che se la notizia non fosse stata degna di attenzione non ci avrei perso tempo. Ma il solo fatto di riportarla può dare un piacere intrinseco di dire, di far sapere ai tanti, ai molti. E così nasce una notizia che notizia non è. Forse è solo un gossip della rete.

Come dicevo poi si sono accesi i fari su questo fatto. Apriti cielo. A quel punto la Gelmini diventa un bersaglio facile, facilissimo. E' credibile un Ministro che punta sul merito, sulla scuola di qualità e poi si abbassa a tanto? Va in Calabria per prendere l'abilitazione per fare l'avvocato, perchè deve lavorare. In Calabria è più facile passare l'esame di abilitazione, quindi la Gelmini si trasferisce in Calabria e alla fine ottiene il risultato. Passa l'esame.

E poi venne Bersani. Lo so. La sto facendo lunga. Tanti di voi sanno come stanno le cose. Le avete lette, le avete commentate. Qualcuno difende comunque la Gelmini, qualche altro, come Bersani, sostiene che una persona che va in Calabria e supera l'esame, un esame che altrove non avrebbe passato non può fare il Ministro. Ma come, qualcuno pensa, la Calabria non è in Italia? Che male ha fatto la Gelmini ad andare in Calabria? L'avrebbe fatto chiunque. Chiunque! Guardiamo al merito di quello che fa la Gelmini. Chi l'hai detto che serva una laurea per fare il Ministro? Da quale pulpito viene la predica? E via discorrendo.

Ora però vorrei che vedessimo e ascoltassimo tutti. E di nuovo a tuffarsi nella rete, per sapere per capire. In modo avido.

Così si scopre che...un certo Fabio Filisetti ci riporta questa notizia, documentata e dettagliata:

08/05/08

la Gelmini censura Wikipedia

Sono stati resi noti i nomi dei ministri del nuovo governo.
Su uno in particolare vorrei soffermarmi in questo post: Mariastella Gelmini, il nuovo ministro dell'istruzione.
A parte il fatto che non capisco cosa c'entri un avvocato all'istruzione, l'avere un ministro desenzanese come me è interessante, visto che si può conoscere meglio la sua carriera politica, in questo caso iniziata nel consiglio comunale della mia cittadina, dove nel 1998 ha ricoperto la carica di presidente del consiglio.
Tuttavia nell'anno 2000, otto consiglieri dell'opposizione e 7 della maggioranza la sfiduciarono per inoperosità.
Rieletta nel 2002 all'opposizione si presentò in consiglio comunale 3 o 4 volte nell'intera legislatura.
La vicenda della sfiducia è significativa nella carriera politica di una qualsiasi persona, quindi ho aggiunto il 6 maggio sera l'episodio nella
sua voce di Wikipedia.
Con mia gran sorpresa però il 7 maggio la mia aggiunta era già sparita.
Chiaramente ho reinserito il mal tolto e oggi i censori del neo ministro l'avevano già eliminato!
Ritengo questo un fatto INACCETTABILE e ANTIDEMOCRATICO.
Se la cosa dovesse ripetersi avviserò un amministratore di Wikipedia.
Certa gente, probabilmente abituata esclusivamente al sistema televisivo italiano, pensa di poter filtrare informazioni sgradite anche su internet.
La vicenda riferita è un fatto oggettivo, non è un episodio informale o di parte, e merita di essere menzionata.
Vi chiedo dunque di vigilare e di rendere nota la cosa, qua sotto trovate il pezzo del testo incriminato, in rosso la parte tolta:
Entrata in
Forza Italia sin dalla discesa in campo di Silvio Berlusconi, è stata Presidente del Club "azzurro" di Desenzano dal 1994. Nel 1998 è stata prima degli eletti alle amministrative ricoprendo, fino al 2002, la carica di Presidente del Consiglio del comune di Desenzano. Tuttavia nel 2000 fu sfiduciata da presidente del consiglio comunale per inoperosità. La sfiducia fu votata da 8 consiglieri dell'opposizione e 7 della maggioranza

Capito? Escono gli scheletri nell'armadio. Siamo al tentativo di occultare. Non è questo? Strano...di questo non si sa ancora nulla. Wikipedia censurata (non sta a me dire se a censurare l'enciclopedia on line sia stata la Gelmini). Oppure...oppure, la vera notizia. Qualcosa in più. Quel qualcosa che ci dice un'altra piccola verità. L'attuale Ministro della Pubblica Istruzione voleva lavorare ma non lavorava. Eppure un lavoro ce lo aveva. Era a Desenzano, faceva il Presidente del Consiglio Comunale eppure...non lavorava. Ma non era Lei che aveva bisogno di lavorare?

E qui siamo al punto. Quando questa notizia sarà notizia? Nell'attesa vi riporto qualche altro link. Magari avete voglia di approfondire. Magari vi è bastato questo per capire chi è Maria Stella Gelmini.

http://www.aetnanet.org/modules.php?name=News&file=article&sid=10791

http://www.axnet.it/forum/la-gelmini-sfiduciata-t310710.html?s=4928611bfb1cea8f9b5f938fa14fdbd7&

http://orizzontedocenti.wordpress.com/2008/05/08/mariastella-gelmini-ritratto-politico-ministro-pubblica-istruzione/

Speriamo solo che non spariscano tutti i siti. Questo incluso. Sob!
sfoglia
agosto        ottobre