.

parole e pensieri
10 febbraio 2010
Bossi: Fininvest e la mafia


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Bossi Fininvest Mafia

permalink | inviato da loriscosta il 10/2/2010 alle 22:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
10 febbraio 2010
E allora primarie come?

http://www.diversamenteoccupati.it/wp-content/uploads/2007/10/primarie2.png

(da Libero-news.it) - Contrordine, compagni. Il popolo ci piace, ma se sta zitto di più. Lo ha detto Pier Luigi Bersani, in un forum con il Sole 24 ore. Il meccanismo delle primarie non funziona mica tanto bene. E "bisogna  parlarne". La tranvata in faccia presa con Vendola, dunque, ha convinto i dirigenti del Pd che la democrazia è bella finché va dove ti porta il partito. Ma quando poi "la base" va a zonzo per i fatti suoi e ti stravolge i piani e ti caccia Boccia, allora forse è meglio abolirla. Dice infatti Bersani che  "non sempre partecipazione è sinonimo di innovazione. E, a volte,  l'innovazione ha bisogno di impulso che non non sempre può venire dal basso". Primarie kaputt.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Primarie Pd Bersani

permalink | inviato da loriscosta il 10/2/2010 alle 11:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
6 febbraio 2010
La Polverini sul nucleare valuterà
http://www.listzblog.com/sitebuildercontent/sitebuilderpictures/chernobyl3.jpg

Senza impegno, ne?

Da sito di Renata:

Mi sembra legittimo che il Governo affidi alla Corte costituzionale il compito di dirimere un conflitto di competenze: definire un atto intimidatorio un ricorso alla Consulta mi sembra un indizio di scarso rispetto delle Istituzioni e un cedimento alla demagogia. Ciò premesso, a prescindere dai problemi di costituzionalità delle leggi in questione, è impensabile che si possano realizzare impianti nucleari senza il consenso delle regioni. Una centrale nucleare non è un problema ideologico, ma un’opportunità da valutare, anche in relazione alla produzione di energia di ogni regione rispetto al fabbisogno del territorio. Nel nostro programma, prima di esprimere una posizione definitiva, valuteremo questi indicatori con grande attenzione.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Lazio elezioni Polverini nucleare

permalink | inviato da loriscosta il 6/2/2010 alle 21:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
6 febbraio 2010
Scompare la detrazione fiscale per treni e bus. Grazie

http://nazionale.rdbcub.it/uploads/pics/bus_stop_01.jpg

Rainews24:

"Abbiamo abbassato le tasse, togliendo l'Ici e togliendo 2 miliardi alle imprese". Lo afferma il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, intervenendo telefonicamente all'inaugurazione dell'autostrada Pedemontana lombarda.

In vista delle Regionali "i sondaggi danno la nostra coalizione in grandissimo vantaggio, quasi al doppio della sinistra". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi, intervenendo telefonicamente all'inaugurazione della Pedemontana, in corso a Cassano Magnagò.

E a Umberto Bossi, presente a Cassano Magnago, che sottolineava anche il peso del Carroccio, Berlusconi ha risposto: "Guarda Umberto che sono felice che la Lega vada in questa direzione". In particolare, in Lombardia "Formigoni è oltre il 60%".


"I nostri avversari sono sempre arrabbiati e non riesco a capire come riescano a vivere con tutta la rabbia che hanno in corpo; e poi cercano di sfogarsi, buttandomi addosso di tutto e di più, ma io ormai sono immunizzato".

"Piantate alberi"
"Bisogna rendere l'Italia più verde, piantando nuovi alberi. Io credo di essere quello che ne ha piantati di più". E' l'appello ecologista rivolto dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, al presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, oggi durante l'inaugurazione del cantiere dell'autostrada Pedemontana. "Biosogna rendere più verde la nostra Italia - ha detto Berlusconi collegandosi telefonicamente da Palazzo Chigi - mettendo a dimora un numero importante di nuovi alberi. La Lombardia è grande, piantarne un milione come previsto con la costruzione della Pedemontana va benissimo ma non bastano, ne possiamo mettere molti di più".

C'è stato anche un siparietto con il ministro delle Riforme, Umberto Bossi, presente alla cerimonia che è intervenuto dicendo: "Silvio, lassa sta', lascia stare, ci pensa la Lega al verde". Berlusconi ha replicato: "Guarda che probabilmente in Italia chi ha piantato più alberi sono stato io".

Pd: Berlusconi continua a prendere in giro gli italiani
"Nessuna riduzione delle tasse, anzi aumenti, per lavoratori e imprese. Senza contare che sono cresciute anche tariffe e costi dei trasporti. Il Pd replica al presidente del Consiglio e nega tagli alla pressione fiscale: "Come al solito il presidente Berlusconi prende in giro gli italiani", afferma il responsabile Economia e Lavoro del partito, Stefano Fassina.

"Innanzitutto - rivendica l'esponente Democratico - è stato il governo Prodi a eliminare l'Ici al 60% delle famiglie. In secondo luogo, il governo Berlusconi le tasse le ha aumentate a lavoratori e imprese, dal momento che ha eliminato numerose detrazioni fiscali, tra le quali: la detrazione del 55% per le ristrutturazioni edilizie finalizzate al risparmio energetico; la detrazione del 19% per gli acquisti di abbonamenti ai trasporti pubblici locali; la detrazione del 19% per le spese di aggiornamento degli insegnanti. Sono stati svuotati, mediante il click day, i crediti di imposta per ricerca e innovazione, e per gli investimenti nel Mezzogiorno".

"Inoltre - elenca ancora Fassina - non è stato restituito il fiscal drag degli ultimi due anni ed è stata introdotta una pesante tassa sulle memorie virtuali dei dispositivi elettronici, quantificata, in media, in 100 euro l'anno a famiglia".

"Soprattutto, il governo Berlusconi ha messo le mani nelle tasche degli italiani attraverso l`aumento delle tariffe dell'acqua e del gas, dei pedaggi autostradali, del costo dei biglietti dei treni e degli aerei, dei premi delle assicurazioni", sostiene ancora l'esponente del Pd, e conclude: "Non a caso, nonostante una recessione più pesante della media dell'area euro, abbiamo un`inflazione più alta. Così i lavoratori perdono potere d'acquisto e le imprese competitività".

 

6 febbraio 2010
Elementare, Watson!
Ma non ci arrivo...come mai Morgan non può andare a Sanremo ma va a Porta a Porta? Sempre di Rai si tratta...ma non capisco perchè

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Morgan Sanremo Porta a Porta Rai

permalink | inviato da loriscosta il 6/2/2010 alle 18:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
6 febbraio 2010
Il Pd(l) in battaglia contro i Rom.

Manifesto Pd anti-rom ed è rivolta sul web

di Chiara Righetti (Repubblica)
Il manifesto del Pd Il manifesto del Pd

«È davvero il Pdl meno L». Gli internauti sono scatenati contro un manifesto che campeggia da qualche giorno al Quadraro. Il testo? «Abbiamo vinto la battaglia!È finalmente avvenuto lo sgombero del campo rom di via degli Angeli!». Firmato: Pd.

Il campo, circa 70 persone a Torpignattara, è stato smantellato il 16 gennaio. Il manifesto ha fatto arrabbiare il Pdl locale: il consigliere Maurizio Politi ha attaccato «l'incredibile propaganda mediatica» della sinistra per attribuirsi il merito dello sgombero.

Ma ancor meno è piaciuto ai simpatizzanti, che si sono scatenati in rete: «Prrr», titola "Il russo" sul suo blog prima di passare agli insulti; "Punzy" scrive: «Festeggiamo una deportazione». E mentre "Ladytux" trova il manifesto «inquietante», "Ciocci" pensa a una strategia per rubare consensi alla destra.

«L'iniziativa è stata del circolo del Quadraro - spiega Gianluca Santilli, capogruppo Pd del VI municipio - Lo spirito era giusto, la forma infelice». Perché? «Per lo sgombero ci abbiamo messo tre mesi, d'accordo con Ciardi, sindaco, prefetto: benché sapessimo che c'erano casi di Tbc, di prostituzione minorile, abbiamo voluto aspettare finché si fosse trovata una sistemazione dignitosa per tutti. E i nostri servizi sociali erano lì tutti i giorni». Ma il manifesto? «La comunicazione è un'arte. Il problema è che non abbiamo soldi, si fa tutto col volontariato».

(06 febbraio 2010)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pd Pdl Rom Roma

permalink | inviato da loriscosta il 6/2/2010 alle 16:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
5 febbraio 2010
La filosofia di un blog, questo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Blog filosofia spazio libero

permalink | inviato da loriscosta il 5/2/2010 alle 10:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
4 febbraio 2010
Senza tessere in tasca
http://www.olditaly.net/libri/milione.jpg

Il Riformista insiste: la campagna del tesseramento Pdl è un flop. Siamo ben lontani dal milione annunciato. 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pdl tessere flop

permalink | inviato da loriscosta il 4/2/2010 alle 20:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
18 luglio 2009
Marino parla di gay
Roma, 18 lug. - (Adnkronos) - "Dall'Europa sono anni che arrivano a tutti gli stati membri richieste di adeguamento della legislazione nazionale ai parametri europei sui temi legati ai diritti degli omosessuali. In Italia siamo rimasti tra gli ultimi. Non abbiamo nessuna legge ne' di promozione di diritti, ne' contro le discriminazioni". Ospite al Gay village di Roma, ieri sera Ignazio Marino ha annunciato il suo si' alle unioni civili gay sul modello inglese e tedesco.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pd Marino gay

permalink | inviato da loriscosta il 18/7/2009 alle 11:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
POLITICA
17 luglio 2009
Grillo vota alle primarie del Pd
Ho fatto un sogno. E' il giorno delle primarie e Beppe Grillo si presenta al seggio per votare. E' in fila da 10 minuti, qualcuno lo ha riconosciuto e sta inviando sms agli amici per segnalare la sua presenza.

Arrriva il suo turno di voto, chi cura l'urna gli chiede un documento: è proprio lui. Panico: Grillo può votare? Dopo le polemiche sulla sua candidatura virtuale a segretario, dopo il niet alla sua iscrizione (quella con tessera) al partito chissà. Può votare? E chi lo sa? Chi ci aveva pensato?

Il Presidente del seggio va in palla. Chiama il segretario della locale federazione, lo trova. Ma non trova risposta. Bisogna sentire Roma. Serve un editto. Roma si muove, il partito si agita, siamo al secondo colpo di Grillo. Non è stato tesserato, ma può votare?

Dopo 3 ore, dopo uno show improvvisato al seggio dove è in attesa di poter votare, a Grillo dicono che può votare. Alleluja.

Ma il sogno non finisce qui. Grillo ha votato. Dopo circa 300 vaffa, lascia il seggio contento di aver votato. In quel momento, allo stesso seggio, compare Lui. Sì, Berlusconi. Silvio Berlusconi vuole votare per il Pd.

La prima reazione del Presidente di seggio è la stizza. <<'Ste sfighe tutte a me?>>E' sconsolato. Parte un'altra girandola di telefonate. Berlusconi è al seggio. Potrà votare?

E qui inizia il problema. Berlusconi è un avversario politico, appartiene ad un altro partito. Ma dire che tutti gli eletti di un partito avversario siano inibiti o impossibilitati a votare sarebbe dire il falso. Nessuno li conosce tutti. E quindi tanti potrebbero aver votato, dicendo di condividere i principi del Pd, poi magari sono eletti o iscritti del Pdl. Possibile bloccarli tutti? (Impossibile, concordo).

Allora: se non blocco gli altri (e come potrei!) come fermare B. che vuole votare per il Pd? Cerchiamo argomenti. Sicuramente B. è il Presidente di un partito che ha dei valori, degli ideali. Se leggiamo lo statuto del Pdl (e non ne abbiamo bisogno) siamo sicuri di trovare valori e ideali contrari a quelli del Pd? Pare improbabile. Credo, anche senza andare a leggerlo, che lo statuto del Pdl preveda solo cose chiare, lineari, conformi a legge, libertarie e liberali. Sono principi contrari a quelli del Pd? Contrari all'etica di Stato?

Allora...su che base si potrebbe dire: caro B., il Pd fa primarie aperte ma tu non voti? B., esponente riconoscibile del Pdl è sostanzialmente un cittadino che partecipa a primarie aperte. Perchè a lui si potrebbe dire di no, tu non voti, mentre a X, sconosciuto militante del Pdl (o leghista), si dice sì?

La verità è che questo Pd, che ha finora riununciato a fare chiarezza su cosa sono le primarie, su quando e come usarle, si serve di uno strumento ambiguo (le elezioni primarie appunto) che genera (solo) confusione e non risolve il problema della natura (la vocazione si direbbe meglio) del Pd.

Un partito che deve ritrovare presto un'identità e fare opposizione. Sapendo per tempo a chi la fa e come la fa.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi pd grillo primarie

permalink | inviato da loriscosta il 17/7/2009 alle 23:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
luglio